Archivio

Archivio Febbraio 2012

27 Febbraio 2012 Commenti chiusi

Video importato

Non l’avevo mai fatto prima. Mi è arrivata una prova gratuita per tre giorni di un sito di incontri. Ogni tanto per curiosità mi ero iscritta ad altri siti, era stato carino, e così mi sono detta: dai, giochiamoci un po’, sentiamo nuove storie, nuove idee, immaginiamoci altre vite. E quindi eccomi a curiosare tra i profili, a chattare con una cuoca sarda, una segretaria di frosinone, un’impiegata di milano, etc., il tutto è divertente e simpatico. Guardo chi c’è della mia città, sono pochissime e una di loro ha un messaggio di presentazione molto vivace, che mi colpisce. Visita il mio profilo e cominciamo a chattare. Dalla chat a skype, all’email, alla foto per email, al cellulare, agli sms, alle chiamate notturne, al primo incontro, una settimana dopo, a casa mia, a cucinare una crostata. Il profumo della torta appena fatta, appunto.

Non l’avevo mai fatto. Ho incontrato una persona attraverso un sito di incontri. Senza aspettative, senza nessun secondo fine, per cambiare amicizie, per vedere un mondo un po’ diverso. E invece l’impensabile è accaduto, ci siamo piaciute immediatamente. E altrettanto immediatamente, ci siamo rese conto di essere due persone con niente in comune, dai mondi lontani, dalle storie personali che più diverse non si può. Ed è iniziato un viaggio, il mio viaggio, forse impossibile, verso il cuore di un’altra persona. Una persona di cui non posso prevedere nemmeno un pensiero, perché pensa in maniera diversissima dalla mia. Non posso immaginare cosa desidera, cosa la rende felice e cosa la fa soffrire, perché ha una sensibilità che non ha niente in comune con quanto ho conosciuto fino qua. Eppure qualcosa è inspiegabilmente iniziato. Sarà solo attrazione? Finirà nel momento in cui pubblico questo post? E la realtà che subito è piombata nel nostro incontro ci riporterà alla verità delle cose, al fatto che mai ci saremmo aspettate di sentirci vicine a persone come siamo?

Mi sto specchiando in un’altra persona, a 40 anni. Una persona che è arrivata subito al punto di me, mi ha vista senza storia, senza passato, e ha colpito esattamente là, dove sta il mio disagio. Senza il ragionamento strutturato delle donne accademiche che avevo incontrato in precedenza, ma arrivandoci col petto. Sono fragile e scoperta, lei colpisce e protegge allo stesso tempo.

Sto svolgendo il mio filo, che vorrebbe attaccarsi a te, legarmi a te. Potrei non trovare mai un appiglio, potrei svolgerlo invano. Potrei arrivare a te e capire che sei tu, e non la persona che volevo che fossi. Potremmo non conoscerci mai e non amarci mai. Eppure mai come in questo caso è importante il viaggio. Perché siamo due galassie lontane e il viaggio è lunghissimo, e sono sicura che se non arriveremo alle nostre rispettive galassie, arriveremo a noi stesse.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Mai innamorarsi di un fiocco di neve.

2 Febbraio 2012 Commenti chiusi

I fiocchi di neve mi piacciono così, come stanno cominciando a cadere su Pisa stanotte. Timidi, leggeri, uno alla volta. Mi ricordo due anni fa, era ottobre e stavo a casa mia in montagna. Esco per chiudere la macchina e sento un puntino freddo sulla mia guancia. Era la prima neve dell’anno. Delicata, come a chiedere il permesso di scendere. E ora, sta arrivando proprio così. Non come la bufera di ieri notte no. Quella non è neve. La nevicata è silenziosa, soave. Lentamente, cambia i colori, i contorni delle cose, li altera come la nebbia, modifica quello che ci circonda come fanno i nostri pensieri e i nostri desideri. Ci ferma e ci fa riflettere. Sotto la neve di questi quattro anni tremendi, la mia vita sta cambiando per sempre. Non so se e quando spunterà un fiore, forse mai. Ma se si scioglierà questo dolce, inesorabile, gelido manto, quello che emergerà dal gelo non somiglierà mai più a quello che c’era prima della nevicata.

Ah, e non innamoratevi mai, come faccio io, di un fiocco di neve. Appena tocca terra, appena vi tocca, si scioglie. Scompare.

Categorie:Argomenti vari Tag: